Tag Archives: trasimeno

11out/17
Thumbnail

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

È inevitabile che a parlare dell’Umbria il discorso tenda a concentrarsi da una parte su quelle che sono le sue produzioni storiche e dall’altra su quelle che negli ultimi anni sono riuscite a ritagliarsi una certa identità. È così dappertutto. … continua

Read original article - 

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

01ago/16
Thumbnail

Il menu delle sette Insolite Insalate di Andrea Berton

di Bruno Petronilli L’annuncio di un menù “Insolite Insalate” era molto attraente. Sia perché quando un grande chef si mette a fare le cose più semplici come un’insalata finalmente comprendi la differenza tra l’alta cucina e tutto il resto, sia perché chef Berton mi aveva affascinato poco dopo l’apertura con un altro menù declinato seguendo […]

L’articolo Il menu delle sette Insolite Insalate di Andrea Berton sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

More - 

Il menu delle sette Insolite Insalate di Andrea Berton

20jan/16
Thumbnail

Roma, Arancia Blu: vegetariano da vent’anni!

di Virginia Di Falco Arancia Blu è un ristorante vegetariano ‘storico’ di Roma aperto poco più di venti anni fa nel quartiere San Lorenzo, spostatosi poi al Prenestino e approdato infine a cento metri da Piazzale Flaminio. Sebbene nato molti anni dopo il primo vegetariano della Capitale, il Margutta ristorArte inaugurato addirittura nel 1979, condivide […]

L’articolo Roma, Arancia Blu: vegetariano da vent’anni! sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

View post - 

Roma, Arancia Blu: vegetariano da vent’anni!

23mai/15
Thumbnail

Brindisi speciali con vini speciali dal cuore dell’Umbria

Brindisi speciali con vini speciali dal cuore dell'UmbriaDal Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG) si possono scoprire le migliori zone enologiche umbre e degustare ottime etichette. Le offerte doc in occasione di Cantine Aperte 2015.

Sono tantissime le aziende agricole e le cantine di pregio disseminate nel centro dell’Umbria. Percorrendo le strade che si snodano tra colline verdissime, ci si immerge tra filari di vigneti, borghi medievali e citt d’arte, dove non raro poter assaggiare ottimi calici di vini locali.
Ma il weekend del 30 e 31 maggio 2015 che le migliori aziende vitivinicole delle diverse, ma vicine, zone enologiche dell’Umbria lasciano degustare le bottiglie pi preziose per la 23esima edizione di Cantine Aperte, manifestazione e marchio del Movimento Turismo del Vino, che anche un viaggio per scoprire i metodi di coltivazione, propriet ed innovazioni del mondo enologico.
Alle spalle di Assisi, nella vegetazione del Parco del Subasio dove sorge il centro medievale di Armenzano (PG) c’, all’interno di una tenuta di 230 ettari, il Romantik Hotel Le Silve, gioiello di architetture antiche nel cui ristorante Armentum – ricavato da un vecchio ovile – si possono provare eccellenti vini umbri provenienti per esempio dalle Strade del vino dei Colli del Trasimeno, dalla Strada dei vini Etrusco Romana, dalla Strada del Sagrantino, che si snoda nella zona di Montefalco sulla valle che da Perugia va fino a Spoleto.
Tante le etichette e le varianti che compongono la carta dei vini, arricchita anche da diverse bottiglie francesi. E tante sono anche le aree di produzione raggiungibili con pochi km di viaggio dal Romantik Hotel Le Silve: Assisi e i suoi vini Doc sono a pochi minuti, a sud-est di Perugia c’ Torgiano, il cui vino stato il primo a ricevere la Doc in Umbria, ci sono le cantine dei Colli Perugini e del Trasimeno, oltre alla zona del Montefalco a mezz’ora dalla citt di San Francesco.
Per vivere gli eventi di Cantine Aperte, l’offerta speciale in agriturismo prevede 4 giorni e 3 notti con colazione inclusa, degustazione di benvenuto di vino bianco e rosso dell’Umbria con bruschettine con l’olio della tenuta, una cena del Vignaiolo e una cena alla carta a partire da 255 euro a persona, per 2 notti da 170 euro con sconto del 60% per i bambini fino a 14 anni.
Per chi vuole soggiornare in hotel, dal 28 al 30 maggio incluso, il prezzo da 300 euro a testa per 3 notti, da 210 per 2 notti (i bimbi fino a 14 anni pagano la met con il letto in camera con i genitori).
Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualit – questo il senso dell’accoglienza per gli oltre 200 Romantik Hotels & Restaurants in 10 Paesi europei, che danno il benvenuto ai loro ospiti provenienti da vicino e da lontano. Individualit che sorprende, genuinit che delizia, genialit che cattura – in breve: un atteggiamento molto speciale verso la vita.

Maggiori informazioni su www.romantikhotels.com

Per informazioni: Romantik Hotel Le Silve
Loc. Armenzano – 06081 Assisi
Tel 0758019000E-mail: info@lesilve.it
Sito Web: www.romantikhotels.com/Armenzano; www.lesilve.it

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Source article: 

Brindisi speciali con vini speciali dal cuore dell’Umbria

22abr/15
Thumbnail

Gran finale di ”120 e lode in cucina” il Concorso di Tre Spade in collaborazione con Slow Food

Gran finale di ''120 e lode in cucina'' il Concorso di Tre Spade in collaborazione con Slow FoodDa oltre un secolo Tre Spade garantisce a professionisti, chef ed appassionati del gusto attrezzature e utensili concepiti intorno a loro e alle loro esigenze.

Lo dimostra la continua ricerca ed evoluzione tecnologica e la vocazione al desing che si inserisce naturalmente nella progettazione industriale attraverso un approccio innanzitutto funzionale, oltre che estetico, e che le ha valso numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Compasso d’Oro e il Good Design Award. Gli strumenti per la trasformazione del cibo diventano sempre pi importanti e delle volte ci migliorano la vita.
E poi ci sono gli ingredienti e le materie prime con la loro origine e la loro storia, che Slow Food si impegna ogni giorno a salvaguardare attraverso la difesa della biodiversit e la divulgazione della cultura del cibo. Da questa condivisione di valori nasce la collaborazione fra Tre Spade e Slow Food, rappresentata da un’iniziativa ludica e creativa come questo Concorso.
Ad ospitare lo show cooking finale di “120 E LODE IN CUCINA, alla scoperta del piatto pi tricolore del web stata l’Universit degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN). Mercoled 22 aprile la Scuola di Cucina del tempio dell’alta formazione gastronomica che l’UNISG si trasformata in palcoscenico dove profumi, colori e sapori sono stati protagonisti.
L’attenta giuria che ha valutato le 5 ricette era composta da membri di Tre Spade e di Slow Food, in questa occasione padrone di casa, assistendo in diretta alla creazione dei piatti simbolo di un’Italia che sa raccontarsi anche attraverso il cibo. Quattro i parametri di giudizio: scelta e qualit degli ingredienti, originalit, impiattamento e prova d’assaggio. A sfidarsi dietro i fornelli e a fare il tifo l’una per l’altra c’erano Maria Di Meglio con “ Il Vesuvio”, Rosa D’Anna con “Pasta e patate della Vigilia”, Teresa De Masi con “Ravioli di patate alle due consistenze di parmigiano, pesto di pistacchio e pomodori confit”, Ileana Conti con “Civraxiu ripieno” e Miria Onesta con gli “Umbricelli di farro con salsiccia e fagiolina del Trasimeno” che, insieme al conduttore radio e tv Giovanni Ferraris, hanno rivelato a ospiti e giornalisti l’anima dei loro piatti: un sapore che ricordasse l’infanzia, una ricetta simbolo delle loro origini o il mix perfetto di ingredienti capaci di narrare lo stile e l’interpretazione del gusto italiano.
Dopo aver assaggiato le ricette ed essersi consultati, i giurati hanno premiato i vincitori. Ad aggiudicarsi il titolo di “Piatto pi tricolore del web” stata Miria Onesta del blog dueamicheincucina.ifood.it con la ricetta “Umbricelli di farro con salsiccia e fagiolina del Trasimeno” che si porta a casa un vero alleato in cucina: Toollio, il robot multifunzione ben noto a chef e professionisti che racchiude in un’unica station machine ben 7 funzioni, e che stato da poco selezionato dall’ADI Design Index per concorrere al prossimo Compasso d’Oro. Alla seconda classificata, Rosa D’Anna del blog cookinginrosa.com, va la premiatissima (Premio Compasso d’Oro e Good Design Award) macchina per il sottovuoto Takaje con il suo kit completo. Il terzo, quarto e quinto posto, rispettivamente Ileana Conti del blog cucinapergioco.com, Maria Di Meglio del blog mariellacooking.blogspot.it e Teresa De Masi di scattigolosi.com, si sono aggiudicati un buono acquisto da spendere sulla nuova piattaforma E-Commerce Tre Spade, lo store ufficiale che l’azienda ha inaugurato per l’occasione dove poter acquistare tutto ci che serve in cucina e a tavola, che da oggi online su http://store.trespade.it/. A premiare la ricetta pi in linea con la filosofia Slow Food stato il Roberto Burdese, amministratore delegato di Slow Food Promozione. Rosa D’Anna con la sua “Pasta e patate della Vigilia” si aggiudica, quindi, il Premio Speciale Slow Food: un corso di cucina piemontese per due persone presso la Scuola di Cucina dell’Universit di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Si complimentato con la blogger vincitrice anche ilVice Presidente UNISG-Universit di Scienze Gastronomiche di PollenzoSilvio Barbero, assaggiatore d’eccezione.
Tre Spade, storica azienda di Forno Canavese, per festeggiare il suo 120 anniversario aveva lanciato lo scorso novembre il Concorso “120 E LODE IN CUCINA, alla scoperta del piatto pi tricolore del web”. Sono pervenute quasi 150 ricette, attraverso le quali i food blogger hanno potuto raccontare la loro personalissima e a volte intima Italia.

www.trespade.it

https://www.facebook.com/TreSpade.Facem

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Link: 

Gran finale di ”120 e lode in cucina” il Concorso di Tre Spade in collaborazione con Slow Food

14out/14
Thumbnail

Frantoi Aperti 2014

Dal 1° al 30 novembre protagonista l’Umbria con Frantoi Aperti 5 weekend dedicati all’olio extravergine di oliva e ai prodotti agroalimentari di qualità tra degustazioni, passeggiate, convegni, musica Cuore dell’evento sarà il frantoio, luogo d’incontro dove vivere l’esperienza della spremitura delle olive La mostra Sensational Umbria con gli scatti di Steve McCurry e la rassegna [...]

L’articolo Frantoi Aperti 2014 sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

View original post here: 

Frantoi Aperti 2014

03out/14
Thumbnail

Tre Bicchieri 2015 Umbria Gambero Rosso

L’Umbria cresce. Forse non per quantità, visto che la regione contribuisce alla produzione nazionale con meno di 1 milione di ettolitri di vino, ma con un percorso qualitativo costante con una rinnovata capacità di realizzare bottiglie originali. Tutti sono alle prese, chi più chi meno, con un’azione volta a smarcarsi dall’affollato mondo di vini troppo standardizzati. Del resto gli umori di critica, appassionati e mercato hanno oggi come parole d’ordine territorio, eleganza, originalità, identità. Ecco allora che la regione ha imboccato la via dei vitigni autoctoni, almeno nei casi in cui era possibile, di denominazioni classiche che sembravano passate di moda e di vini dal sapore più marcatamente locale. Ovvio che il caso Sagrantino sia in questo senso paradigmatico, numericamente e qualitativamente inarrivabile. Accanto a esso, però, altre varietà che parevano destinate all’oblio stanno dimostrando il loro valore. Per esempio riportando alla luce, dopo la sbornia rossista degli anni Novanta e dei primi Duemila, il volto bianco dell’Umbria. E allora ecco di nuovo i Grechetto, i Trebbiano (specie Spoletino), le Malvasia. Così come, sull’altra sponda, i Ciliegiolo, i Trasimeno Gamay, forse i Grero di domani. Un percorso in divenire che, insieme alla maturità delle aziende di più lungo corso e al dinamismo delle nuove, regalano un caleidoscopio stilistico sconosciuto che rende la mappa enologica regionale molto più sfaccettata e complessa.

Cervaro della Sala 2012 Castello della Sala
Colle Ozio Grechetto 2012 Leonardo Bussoletti
Montefalco Sagrantino 2010 Perticaia
Montefalco Sagrantino 2009 Antonelli – San Marco
Montefalco Sagrantino 2010 Romanelli
Montefalco Sagrantino 25 Anni 2010 Arnaldo Caprai
Montefalco Sagrantino Campo alla Cerqua 2010 Giampaolo Tabarrini
Montefalco Sagrantino Collenottolo 2010 Tenuta Bellafonte
Montefalco Sagrantino Della Cima 2010 Villa Mongalli
Orvieto Cl. Sup. Luigi e Giovanna Villa Monticelli 2011 Barberani
Torgiano Rosso V. Monticchio Ris. 2009 Lungarotti

Continued here: 

Tre Bicchieri 2015 Umbria Gambero Rosso