Tag Archives: spoletino

11out/17
Thumbnail

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

È inevitabile che a parlare dell’Umbria il discorso tenda a concentrarsi da una parte su quelle che sono le sue produzioni storiche e dall’altra su quelle che negli ultimi anni sono riuscite a ritagliarsi una certa identità. È così dappertutto. … continua

Read original article - 

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

20mai/15
Thumbnail

Vino, Roccafiore: quando bio e sostenibilità non sono solo parole

Vino, Roccafiore: quando bio e sostenibilità non sono solo paroleProdurre solo vini biologici, con certificazione UE, e ottenuti rigorosamente da vitigni autoctoni: Grechetto di Todi, Trebbiano Spoletino, Sangiovese, Sagrantino e Montepulciano. Per Roccafiore il rispetto della natura è un imperativo a 360 gradi.

Nella cantina guidata da Luca Baccarelli la qualit dell'ambiente considerata un fattore produttivo al pari di tanti altri: terra, clima, vitigno, scelte colturali. Lo in ogni pi piccola attivit che si svolge all'interno della tenuta vitivinicola. Roccafiore stata, infatti, tra le prime aziende vitivinicole in Italia ad adottare la scelta del fotovoltaico con un impianto di 3.000 metri quadri che con i suoi 191 kwatt non consente solo l'autoproduzione di energia, ma permette anche di risparmiare emissioni per circa 90.000 Kg di CO2 all'anno, che equivalgono alle emissioni di 150 voli aerei sula tratta Roma – New York.
A questo si aggiunge il recupero delle vinacce esauste, che vengono utilizzate come fertilizzante ed ammendante in vigneto. La sensibilit nella conservazione del territorio e della sua biodiversit si concretizza anche in altre scelte orientate ad un totale rispetto dell'ambiente, come l'utilizzo di bottiglie alleggerite, l'adozione di biocarburanti per i mezzi agricoli e la riduzione di consumi idrici. Tutto ci si integra perfettamente in un sistema in cui la viticoltura biologica ed ecosostenibile stata adottata come missione. Per Roccafiore, il risultato di produrre vini naturali rappresenta oggi, non un semplice vantaggio competitivo, ma una filosofia produttiva.
“Abbiamo deciso di fare scelte drastiche: applicare l'agricoltura biologica a tutte le coltivazioni – spiega Luca Baccarelli -. Chi stappa una nostra bottiglia deve avere la percezione che quel prodotto nasce tutelando l'ecosistema che lo circonda. Da qui la decisione di puntare anche sulle energie rinnovabili, sul recupero delle vinacce esauste, che vengono utilizzate come concime in vigneto, sull'utilizzo di bottiglie alleggerite o l'adozione di biocarburanti per i mezzi agricoli e la riduzione di consumi idrici”.
Immersa nel verde delle vigne e dei boschi, tra dolci colline in cui le coltivazioni si alternano a vigneti, oliveti e seminativi, Roccafiore una vera e propria “riserva bionaturale”, che conserva la tradizione agricola del territorio di Todi e nello stesso tempo impiega le innovazioni tecnologiche, trasformandole in ulteriori strumenti di tutela dell'ecosistema esistente. L'anima green di Roccafiore si respira anche all'interno del ristorante Fiorfiore, che offre ai propri ospiti i sapori dei piatti tipici della cucina umbra della migliore tradizione regionale, privilegiando prodotti a chilometro zero. Anche all'interno del centro benessere e della spa gli ingredienti di base sono tutti naturali.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Read this article: 

Vino, Roccafiore: quando bio e sostenibilità non sono solo parole

10dez/14
Thumbnail

Il Ciliegiolo di Narni e altre storie

Due righe uscite questo mese su PM, oggi dedicate al Ciliegiolo di Narni (denominazione da tenere d’occhio). Dell’Umbria del vino si può dire davvero di tutto tranne che sia ferma o poco dinamica. Pensate per esempio alla straordinaria crescita del Trebbiano Spoletino: un bianco che solo dieci anni fa era praticamente sconosciuto, prodotto da appena [...]

Read more: 

Il Ciliegiolo di Narni e altre storie

08ago/14

Uno sguardo a Montalcino

Avevo visto il trailer il mese scorso senza però poi accorgermi dell’uscita del video qualche settimana dopo. Si chiama “Un coro unito” ed è un cortometraggio che ripercorre la storia del Brunello di Montalcino. È molto bello e la voce narrante è quella di Stefano Cinelli Colombini, Fattoria dei Barbi.

Link: 

Uno sguardo a Montalcino

18jul/14

Settembre, what’s next

Il fatto è che queste ultime settimane sono state davvero entusiasmanti. Da subito – dall’inizio del crowdfunding – siamo stati infatti letteralmente travolti da un calore e da un affetto per certi versi inaspettati. E non mi riferisco solo ai tanti che hanno concretamente sostenuto Settembre a livello economico ma anche a quelli che ci [...]

Original article:

Settembre, what’s next

03jun/14
Thumbnail

Settembre, a wine journey in Italy

Settembre. È così che si chiamerà il nuovo progetto su cui ho lavorato negli ultimi mesi e che ho anticipato qualche giorno fa. Un magazine cartaceo, in sola lingua inglese, sull’Italia del vino che in questi anni ho imparato ad amare. Tutto inizia oggi. I motivi per cui io e Gian Marco Tosti, amico e [...]

Source:

Settembre, a wine journey in Italy

26mai/14

Un post di servizio, ci sono scintillanti novità

Il fatto, quello centrale, è che da circa un anno frequento meno il blog. Ci penso meno e non avverto la necessità di aggiornarlo continuamente. È un po’ come se fosse una cosa che piano piano ha lasciato spazio sull’agenda a questioni più urgenti. Non solo. In questi mesi ho sempre avvertito la necessità di [...]

Visit site:  

Un post di servizio, ci sono scintillanti novità

04mai/14

Good is not enough when better is possible

A difficult 2013 growing season has culminated in the Rioja DOCa council describing the vintage as ‘good’, the worst official rating for a decade. Each of the Rioja DOCa vintages since 2004 inclusive have been rated as either ‘very good’ or ‘excellent’. But, the appellation’s ruling council has graded 2013 as just ‘good’ – a [...]

See original article - 

Good is not enough when better is possible

03mai/14
Thumbnail

Tappi, tappi, tappi

Stavo navigando abbastanza distrattamente, cercavo una particolare informazione a proposito dei tappi considerati come alternativi al sughero, quando mi sono accorto di avere aperto a poche tab di distanza due pagine in totale contrapposizione tra di loro. Da una parte “Io sto col sughero“, una campagna che vede coinvolto anche Carlo Cracco finanziata da APCOR, [...]

Original link: 

Tappi, tappi, tappi