Tag Archives: grechetto

11out/17
Thumbnail

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

È inevitabile che a parlare dell’Umbria il discorso tenda a concentrarsi da una parte su quelle che sono le sue produzioni storiche e dall’altra su quelle che negli ultimi anni sono riuscite a ritagliarsi una certa identità. È così dappertutto. … continua

Read original article - 

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

02set/15
Thumbnail

Centopercento Grechetto

Dopodomani, venerdì 4 settembre, presso la cantina Roccafiore di Todi andrà in scena la prima di un incontro dedicato al solo Grechetto. Un’ampia degustazione, la mattina, seguita da una tavola rotonda, nel pomeriggio. Ecco l’introduzione alla prima parte della giornata: Condotta da Giampiero Pulcini, esperto degustatore umbro. Rigorosamente alla cieca, saranno proposti 12 Grechetto dall’Umbria [...]

Visit site:  

Centopercento Grechetto

03abr/15
Thumbnail

Per Condè Nast Traveler Sagrantino buono come Brunello di Montalcino

Per Condè Nast Traveler Sagrantino buono come Brunello di MontalcinoPrestigiosa rivista americana incorona Montefalco nuova migliore regione vinicola italiana.

Umbria promossa nel turismo ma anche nella produzione di vino, tanto che il mensile Cond Nast Traveler, la pi rinominata rivista di viaggi a livello mondiale, dedica al cuore verde dell’Italia, un ampio reportage firmato dalla coppia di fotoreporter Krisanne e Demetrius Fordham, che incoronano Montefalco come la nuova migliore regione vinicola del Belpaese.
A lungo oscurata dalle regioni vinicole pi famose, la strada del Sagrantino di Montefalco – sottolinea il magazine americano – sta finalmente avendo il suo meritato momento di gloria. Chianti, Brunello, Moscato e Prosecco, sono i vini italiani che conosciamo e amiamo, una sorta di fantastici quattro che i turisti assaggiano durante i loro tour di degustazione. Di conseguenza, il turismo enologico ancora fortemente concentrato in Toscana, oltre che in Piemonte, patria dello Spumante e del Moscato, e pi di recente in Sicilia, grazie al Marsala, al Nero d’Avola e ad altri eccellenti bianchi.
Curiosamente – precisa la Fordham – le zone produttrici di vino dell’Umbria, sono riuscite a farsi conoscere. Montefalco in modo particolare, soprannominato il balcone dell’Umbria per il suo essere appollaiato in cima a una collina, ha ricevuto poca se non addirittura nessuna attenzione al di fuori del Belpaese negli ultimi anni.
Tuttavia i vini umbri hanno iniziato a ‘gocciolare’ nella coscienza dei consumatori di vino. Il recente interesse per questa regione – continua il mensile americano – pu essere attribuito alla lenta ma stabile crescita del Sagrantino, considerato un nuovo vino rosso nonostante la lunga storia. Anche se la coltivazione su piccola scala dell’uva di Montefalco datata 1549, quando i monaci la usavano per creare un vino rituale dolce, sparita del tutto nei secoli successivi e si quasi estinta negli anni ’60. Solo negli anni ’70 il Sagrantino stato riportato in vita da alcuni produttori di vino che hanno imparato a domare i tannini aggressivi. Ora quasi mille ettari di Sagrantino sono stati piantati nella regione con i quali si produce un vino terroso, secco e intenso, perfetto per accompagnare formaggi forti come il Pecorino o il tartufo nero o altri piatti tipici della zona a base di carne.
Ne risulta – sottolinea Cond Nast Traveler – che il turismo enologico nell’area aumentato del 20% dal 2013, e la produzione di Sagrantino triplicata da 600.000 a pi di 1,5 milioni di bottiglie negli ultimi dieci anni. I vini dell’area hanno lentamente avuto un piccolo ma significativo successo negli USA: Eataly a New York e Chicago l’anno scorso ha dedicato eventi alla conoscenza dei vini Montefalco e molti ristoranti di Manhattan, come Il Buco Alimentari e Vineria e il Babbo, ora servono Sagrantino e Grechetto prodotti in Umbria.
Montefalco pronto ad accogliere maggior interesse: c’ ora una strada ufficiale, la Strada del Sagrantino, contrassegnata da indicazioni viola che guidano i turisti da una cantina vinicola all’altra. Aziende come Fattoria Colsanto e Antonelli offrono sistemazioni bed and breakfast e boutique hotel come l’artistico Palazzo Bontadosi che ha aperto di recente e che attira una clientela giovane e internazionale (si trova vicino al centro informazioni della strada del Sagrantino nel centro di Montefalco). Il centro della citt ha anche nuovi ristoranti e wine bar come Locanda del Teatro, Alla Via di Mezzo e Sagrantino e Bollicine che hanno aperto le porte negli ultimi due anni portando una cucina eccellente di prim’ordine al piccolo borgo medievale.
E come se questo non fosse abbastanza, Montefalco – conclude la giornalista – anche la patria di paesaggi impressionanti: grazie alle sue colline, vanta la vista delle colline ondulate umbre e degli oliveti da ogni angolazione. Anche senza fermarsi nelle cantine lungo la Strada, il percorso selvaggio e rigoglioso – fiancheggiato da vigneti infiniti in ogni tonalit di verde – vale la pena di essere fatto. Non ha il glamour impeccabile ed esperto del Chianti o di altri vini toscani; Montefalco e molte sue cantine sono diventate grezze e semplici nel corso degli anni. Secondo alcuni per questo proprio ci che rende speciale Montefalco”. http://www.cntraveler.com/stories/2015-03-09/why-montefalco-is-italy-best-new-wine-region.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

See original:  

Per Condè Nast Traveler Sagrantino buono come Brunello di Montalcino

25set/14
Thumbnail

Tre Bicchieri 215 Lazio Gambero Rosso

Lamentavamo una crescita eccessivamente lenta del Lazio, troppo livellata su prodotti ben realizzati, ma senza mai l’ambizione all’eccellenza, quest’anno invece abbiamo registrato con piacere una serie di nuove realtà e situazioni che ci fanno ben sperare. La valorizzazione del Grechetto, a nostro parere il vitigno di quel territorio con le maggiori potenzialità, la rinascita della produzione di valore nell’isola di Ponza, la crescita in senso qualitativo, finalmente, del Frascati.



Biancolella Faro della Guardia 2013Casale del Giglio

Cesanese del Piglio Sup. Hernicus 2012Coletti Conti

Fiorano Bianco 2012Tenuta di Fiorano

Frascati Sup. Epos 2013Poggio Le Volpi

Frascati Sup. Poggio Verde 2013Pallavicini

Grechetto Latour a Civitella 2011Mottura

Montiano2012Falesco

See more here:

Tre Bicchieri 215 Lazio Gambero Rosso

11set/14

Al di qua o al di là del Paglia? Una storia appassionante dei vini di Acquapendente

Al di qua o al di là del Paglia? Una storia appassionante dei vini di Acquapendente

Ad Acquapendente non ci sono i bianchi e i rossi, ma i vini di al di qua o al di là del Paglia, il fiume che solca la valle in senso obliquo, da nord ovest a sud est, ai piedi … continua

Read more:  

Al di qua o al di là del Paglia? Una storia appassionante dei vini di Acquapendente

07ago/14
Thumbnail

Garantito IGP. Castello della Sala, Antinori in Umbria

di Lorenzo Colombo Durante l’evento Volcanic Wines, tenutosi ad inizio luglio tra Umbria, Toscana e Lazio, abbiamo avuto l’opportunità di visitare alcune aziende del territorio. Una di queste è il CASTELLO DELLA SALA, ovvero l’azienda umbra della famiglia Antinori, che abbiamo visitato sotto la guida dell’enologo  Massimiliano Pasquini, responsabile della Tenuta. Particolarmente interessante –oltre alla [...]

L’articolo Garantito IGP. Castello della Sala, Antinori in Umbria sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Read original article: 

Garantito IGP. Castello della Sala, Antinori in Umbria

08jul/14
Thumbnail

Vignaiolo per un giorno

Vignaiolo per un giornoUn weekend per riscoprire la vita nel vigneto al Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG).

Nella realtà virtuale, tutti possono essere ogni cosa. Il discorso cambia quando dalla rete si passa ai campi, che un tempo erano – nel vero senso della parola – il terreno di prova delle capacità dell’uomo, che si misurava con la propria abilità nel ricavare da un germoglio una pianta rigogliosa. Oggi, la frenesia delle grandi città ha trasformato le esperienze nei campi in un sogno, l’unica cosa rimasta da poter coltivare senza abbandonare il grigiore delle città. Eppure, ci sono spazi che consentono di ritrovare le radici di una vita diversa, rimettendosi alla prova in quelle attività che ormai abbiamo dimenticato.
Abbracciato da duecentotrenta ettari di terreno all’interno del Parco del Monte Subasio, a 700 metri di quota, tra boschi di latifoglie popolati da cervi, volpi, cinghiali, bovini, uccelli e cavalli, il Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG) non è solamente un invito a regalarsi qualche corroborante giorno di relax e di degustazione dell’olio e dei vini umbri ma anche un’opportunità per riscoprire cosa significa produrli.
Dal 26 Settembre al 15 Ottobre, il Romantik Hotel Le Silve offre un’occasione unica per assaporare dal vivo quelle esperienze ormai antiche e per riappropriarsi di certi gesti che non sono più patrimonio della quotidianità. Presso il vigneto della Cantina Saio, nell’incantevole cornice di Assisi, tutti possono diventare vignaioli per un giorno, sperimentando due ore di esperienza sul campo, seguite da una ghiotta degustazione, in un percorso alla scoperta della vendemmia e di tutto ciò che la precede, tra natura, arte, relax e naturalmente buon vino.
Il weekend da vignaioli – proposto al prezzo di 180 euro per persona – include soggiorno di 2 notti in camera Classic, 2 colazioni a Buffet, una cena con un gustosissimo menu di 3 portate. bevande escluse. La degustazione a seguito della giornata in vigna – al prezzo di 12 euro + IVA a persona – comprende Grechetto e Sangiovese Umbria IGP abbinati a Bruschetta con olio extravergine d’oliva SAIO, Pecorino di media stagionatura, Torta al testo con salumi tipici umbri.
Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualità – questo è il senso dell’accoglienza per gli oltre 200 Romantik Hotels & Restaurants in 10 Paesi europei, che danno il benvenuto ai loro ospiti provenienti da vicino e da lontano. Individualità che sorprende, genuinità che delizia, genialità che cattura – in breve: un atteggiamento molto speciale verso la vita.
Maggiori informazioni su www.romantikhotels.com.
Per informazioni: Romantik Hotel Le Silve
Loc. Armenzano, 06081 Assisi (PG)
Tel: +39 (075) 8019000
Fax: +39 (075) 8019005
Email: le-silve@romantikhotels.com
Sito web: www.lesilve.it

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Credit - 

Vignaiolo per un giorno