Tag Archives: francia

18out/17
Thumbnail

L’armagnac è una cougar (?)

Non parlo frequentemente dell’armagnac. Perché è una brutta bestia. Dovrete essere bevitori navigati, di una certa esperienza, per farvi allettare da simili bicchieri: ci arriverete, forse, dopo aver bevuto il mondo. A me piace ripetere che scalerete un 6° grado … continua

Continue reading:

L’armagnac è una cougar (?)

18out/17
Thumbnail

Seta del Mandarin a Milano | Antonio Guida entra nel Les grande tables du monde

di Monica Caradonna Antonio Guida e Seta, il ristorante del Mandarin Oriental, tra Les Grandes tables du monde, l’associazione internazionale che riunisce les plus belles maison, unite nel solco dell’eccellenza dell’alta gastronomia. Cinque continenti, 24 paesi per 170 ristoranti che si fregiano dell’emblema di un’associazione che si preoccupa di difendere il patrimonio culinario in tutta […]

L’articolo Seta del Mandarin a Milano | Antonio Guida entra nel Les grande tables du monde sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

Read more - 

Seta del Mandarin a Milano | Antonio Guida entra nel Les grande tables du monde

11out/17
Thumbnail

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

È inevitabile che a parlare dell’Umbria il discorso tenda a concentrarsi da una parte su quelle che sono le sue produzioni storiche e dall’altra su quelle che negli ultimi anni sono riuscite a ritagliarsi una certa identità. È così dappertutto. … continua

Read original article - 

Il Gamay e un’identità possibile per i vini del Trasimeno

28set/17

È uscito il Monfortino 2010 di Roberto Conterno (e niente sarà più come prima)

Era nell’aria ma solo con la consegna delle prime bottiglie provenienti dalla cantina le previsioni sono diventate realtà: il Monfortino 2010 – prezioso Barolo Riserva prodotto dalla Giacomo Conterno di Roberto Conterno – è il vino italiano che segna un … continua

Visit site: 

È uscito il Monfortino 2010 di Roberto Conterno (e niente sarà più come prima)

22set/17
Thumbnail

Masseria Piccirillo a Caiazzo. Nasce il “Prima Gioia” spumante metodo classico da pallagrello bianco

di Franco D’Amico La storia recente del vitigno “Pallagrello” ci riporta a luoghi autentici dei siti Borbonici del 700’, in particolare San Leucio, proprio a ridosso di Caserta, che con la Reggia Vanvitelliana e il proprio borgo è stato il luogo simbolo delle dimore dei Borbone, nonché Piedimonte Matese nell’alta provincia, dove nelle tenute reali veniva […]

L’articolo Masseria Piccirillo a Caiazzo. Nasce il “Prima Gioia” spumante metodo classico da pallagrello bianco sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

Link - 

Masseria Piccirillo a Caiazzo. Nasce il “Prima Gioia” spumante metodo classico da pallagrello bianco

16set/17
Thumbnail

Guerra della mozzarella tra Campania e Puglia: tra le cozze pelose di Emiliano e la frittura di pesce di De Luca capire il pasticcio fatto dai…

di Luciano Pignataro L’aspetto più sconcertante della vicenda della mozzarella pugliese è che tutto è partito da un burocrate del ministero dell’Agricoltura che, senza avere, almeno formalmente, alcun input politico, ha consigliato ai produttori murgiani di cambiare il nome della nuova dop (denominazione di origine protetta). L’ennesimo esempio, se ancora ce ne fosse bisogno, di […]

L’articolo Guerra della mozzarella tra Campania e Puglia: tra le cozze pelose di Emiliano e la frittura di pesce di De Luca capire il pasticcio fatto dai burocrati di Martina sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

Excerpt from: 

Guerra della mozzarella tra Campania e Puglia: tra le cozze pelose di Emiliano e la frittura di pesce di De Luca capire il pasticcio fatto dai…

13set/17

Angelo Gaja: “Almeno tre i cambiamenti significativi nel vino degli ultimi decenni. Ecco quali”

Da oggi ci sarebbe questo nuovo autore che propone i suoi contributi in esclusiva per Intravino. Si chiama Angelo Gaja e produce vino a Barbaresco e non solo. Ha una discreta notorietà come produttore però come giovane wine blogger è continua

Continued:  

Angelo Gaja: “Almeno tre i cambiamenti significativi nel vino degli ultimi decenni. Ecco quali”

17ago/17

Nel 1600 Arnaud de Pontac inventa il marketing del vino ma in Italia ne sapevamo di più

Anno domini 1663: un pensieroso ma risoluto Arnaud de Pontac è a tavola nella sua villa bordolese. Sta aspettando il figlio, l’erede della sua grande fortuna di nobile togato, forse l’uomo più ricco di Bordeaux che però sente arrivato il … continua

See the original article here:  

Nel 1600 Arnaud de Pontac inventa il marketing del vino ma in Italia ne sapevamo di più

03ago/17

Chiamami Pineau des Charentes, sarò il tuo Porto

Si chiama Pineau, come il suo omòfono di Borgogna, e di cognome fa des Charentes; è tra i più misconosciuti ed ignorati vini di Francia, pur possedendo una propria AOC. E, no, voi wine-geeks so che pensate al Pineau d’Aunis, … continua

Source:

Chiamami Pineau des Charentes, sarò il tuo Porto

13jul/17

Qui New York, a voi studio. Il vino italiano visto dagli Stati Uniti d’America

Riceviamo una cosa che ci piace, l’autore si chiama Salvatore Agusta. Gli abbiamo chiesto: e tu chi sei? Ci ha risposto circa così. «Giramondo: Francia, Lituania e poi Argentina per finire oggi a New York. Laureato in legge, sono continua

Original post:

Qui New York, a voi studio. Il vino italiano visto dagli Stati Uniti d’America