Tag Archives: ettore

18jun/17
Thumbnail

L’Ispettore Michelin / Cinque Terre – V. Eroi

di Fabrizio Scarpato Una mattina sentii suonare le campane a morto. La chiesa era nella parte alta del paese, così potei seguire incuriosito quello strano funerale che pian piano scendeva verso la marina per poi, immagino, risalire al cimitero. Lungo la via principale pressoché deserta nella luce del primo mattino, il parroco e uno svogliato […]

L’articolo L’Ispettore Michelin / Cinque Terre – V. Eroi sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Original post: 

L’Ispettore Michelin / Cinque Terre – V. Eroi

26mai/17
Thumbnail

Differenze tra un vinofilo di quelli seri e un umano normale, durante una degustazione profèscional

Francesco Bucci non racconta nulla di sé ma ci piace la sua scrittura. Questo è il debutto, sapete, quella cosa “abbiamo ricevuto e ci siamo detti, oh ma guarda questo, perché no”.

Finalmente convinco Ettore a partecipare ad una degustazione … continua

See original article:

Differenze tra un vinofilo di quelli seri e un umano normale, durante una degustazione profèscional

19jan/17
Thumbnail

Vini di Ettore Sammarco di Ravello

di Enrico Malgi L’azienda di Ettore Sammarco di Ravello, la più antica Casa Vinicola di tutta la Costiera Amalfitana datata 1962, continua a sfornare ottimi vini territoriali. In questi giorni ho assaggiato due nuove etichette propostemi da Bartolo, il figlio di Ettore, che da qualche tempo ha preso in mano le redini aziendali. Si tratta […]

L’articolo Vini di Ettore Sammarco di Ravello sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Visit site:  

Vini di Ettore Sammarco di Ravello

24set/15
Thumbnail

Costa d’Amalfi Terre Saracene Bianco Doc 2014 | Voto 85/100

Ettore Sammarco Uve: biancolella, falanghina e pepella Fascia di prezzo: 10,00 euro in enoteca Fermentazione e maturazione: acciaio Vista 5/5 – Naso 25/30 – Palato 25/30 – Non omologazione 30/35 Certamente il territorio contribuisce molto a valorizzare l’estrema viticoltura amalfitana, favorendo in tal modo ancora di più l’attrattiva con la stupenda vista dei coreografici filari […]

L’articolo Costa d’Amalfi Terre Saracene Bianco Doc 2014 | Voto 85/100 sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Link to original:  

Costa d’Amalfi Terre Saracene Bianco Doc 2014 | Voto 85/100

15jun/15
Thumbnail

Coldiretti Pavia, insieme verso l’agricoltura del futuro

Coldiretti Pavia, insieme verso l'agricoltura del futuroGiovedì 18 giugno l’Assemblea Provinciale 2015 con la partecipazione di Ettore Prandini, Gianni Fava, Angelo Zucchi e Marco Crotti.

Il reddito delle aziende agricole e il mercato del latte, il prossimo Piano di Sviluppo Rurale e la risicoltura, le novit in materia vitivinicola e il ruolo del nuovo Consorzio Agrario. Sono alcuni dei temi che saranno affrontati durante l'Assemblea Provinciale 2015 di Coldiretti Pavia, che si svolger gioved 18 giugno a Torre d'Isola (PV).
Tutti i Presidenti di Sezione della Coldiretti, provenienti dall'intera provincia di Pavia, si riuniranno nella splendida Villa Botta Adorno (Piazza della Libert, 2). E dopo una prima parte privata riservata all'approvazione del bilancio, alle ore 10.30 inizier l'incontro pubblico “Insieme verso l'agricoltura del futuro”. Al dibattito parteciperanno Wilma Pirola (Presidente di Coldiretti Pavia), Ettore Prandini (Presidente di Coldiretti Lombardia e Vicepresidente Nazionale di Coldiretti), Gianni Fava (Assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia), Angelo Zucchi (Capo segreteria del Ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina) e Marco Crotti (Presidente del Consorzio Agrario Terrepadane).
Il dibattito sar moderato dal giornalista Paolo Massobrio. Seguir un rinfresco con prodotti a km zero offerto da Coldiretti Pavia.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

View original post here - 

Coldiretti Pavia, insieme verso l’agricoltura del futuro

26mai/15
Thumbnail

Agricoltura e giovani, l’Assessore Gianni Fava: ”il futuro siete voi”

Agricoltura e giovani, l'Assessore Gianni Fava: ''il futuro siete voi''Ettore Prandini: ”Le ultime generazioni possono dare nuova vita al settore dell’agricoltura per uscire dalla crisi economica”.

Brescia, 26 maggio 2015 – Ieri, luned 25 maggio, l'Assessore Regionale all'agricoltura Gianni Fava ha visitato tre aziende agricole rappresentative della giovane imprenditorialit locale, in presenza di numerosi imprenditori agricoli e del Presidente provinciale, regionale e vice nazionale di Coldiretti Ettore Prandini.
“Brescia – interviene l'Assessore Fava – continua a essere tra le realt pi dinamiche e quella che forse meno soffre il ricambio generazionale. Non c' dubbio che la quantit di giovani e l'entusiasmo che li contraddistingue in questa zona abbastanza in controtendenza rispetto alla media nazionale e, anzi, migliora la media regionale”.
Il tuor capitanato da Giancarlo Picco, delegato provinciale di Giovani Impresa, iniziato proprio dall'azienda agricola di cui Giancarlo coadiuvante, una realt situata a Dello con allevamento di bovini da carne e annesso spaccio aziendale esistente da ben 27 anni.
Seconda tappa del percorso tra il latte di Mauro Zucchi, 26enne di Orzinuovi che insieme al pap, agli zii e ai cugini, conduce un azienda con oltre 600 capi bovini in lattazione e 150 ettari a mais per l'alimentazione delle vacche.
Tra bollicine, grana padano e salumi bresciani si concluso il pomeriggio alla cantina vitivinicola “Vigna Dorata” a Cazzago San Martino alla presenza di Luisa Rocco, con una visita ai vigneti della Franciacorta e alla cantina che produce oltre 70.000 bottiglie all'anno tra Franciacorta e Curtefranca.
“Sono tre esempi – prosegue l'Assessore all'agricoltura – in tre comparti molto diversi: carne, latte e vino dove la presenza di questi ragazzi si sente e i modelli aziendali risultano attuali e all'avanguardia”.
L'Assessore esprime una sola grande preoccupazione legata all'andamento generale: la valorizzazione di buona parte dei prodotti delle filiere non garantisce la necessaria marginalit, con il risultato che non sempre si riesce a compensare l'evidente gap tra costi di produzione e valore del venduto.
“La grande sfida della politica – aggiunge l'Assessore – sar quella di trovare strumenti idonei per la valorizzazione delle produzioni italiane di qualit; se riusciremo a fare questo significa che i giovani potranno avere un reale futuro lavorativo in agricoltura”.
“Per il comparto agricolo – conclude il Presidente Prandini – sono vincenti i giovani e le loro innovative scelte imprenditoriali, che guardano alle produzioni di qualit e alle richieste dei cittadini consumatori in tal senso. Certo che sono comunque importanti le integrazioni al reddito destinate ai giovani: la nuova PAC e le misure del PSR di prossima apertura bene che vadano in questa direzione”.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

View original post here:  

Agricoltura e giovani, l’Assessore Gianni Fava: ”il futuro siete voi”

26mai/15
Thumbnail

Produzione latte: confermato lo ”splafonamento” campagna 2014-2015

Produzione latte: confermato lo ''splafonamento'' campagna 2014-2015Il Presidente di Coldiretti Brescia e Coldiretti Lombardia Ettore Prandini: ”Brescia provincia leader nella produzione di latte”.

Brescia 26 maggio 2015 – Trovano conferma le facili previsioni di splafonamento rispetto alla quota nazionale: AGEA ha recentemente diffuso il dato di produzione latte del mese di marzo 2015 e quello complessivo per la campagna 2014/2015 e si concretizza il fatto che stato superato il limite della quota nazionale. Dai dati elaborati da Coldiretti Brescia, la produzione complessiva nazionale si attesta a 110 milioni di quintali , con un aumento del 2,23% rispetto alla campagna 2013/2014 (in valori assoluti si registra un +2.409.000 quintali).
Adesso non rimane che attendere che AGEA avvii la fase di calcolo della compensazione/restituzione, nel rispetto delle priorit previste, per definire l'ammontare e le aziende con multe latte da versare alla Unione Europea.
“Anche i dati dell'ultima campagna – interviene il Presidente di Coldiretti Brescia e Coldiretti Lombardia Ettore Prandini – confermano la nostra regione quale leader a livello nazionale, con una produzione totale che supera il tetto dei 46milioni di quintali. Brescia ancora una volta risulta la provincia italiana pi lattifera, con una produzione superiore ai 12milioni di quintali, pari all'11% del complessivo nazionale”.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

See the original post:  

Produzione latte: confermato lo ”splafonamento” campagna 2014-2015

16mar/15
Thumbnail

Latte, la crisi delle stalle colpisce anche le rondini

Latte, la crisi delle stalle colpisce anche le rondiniPrimavera: senza stalle rondini addio, nidi vuoti e -4% popolazione.

Secondo una ricerca del Parco Adda Sud in collaborazione con l’Universit Bicocca di Milano – spiega la Coldiretti Lombardia – la popolazione di questo volatile sta calando di oltre il 4 per cento all’anno (con punte dal 70% in meno delle coppie nel Lodigiano) a causa della sparizione delle stalle da latte e da carne, habitat naturale preferito da questi volatili sia per la caccia a tafani e zanzare sia per la possibilit di costruire nidi negli angoli pi alti fra le travi e il tetto.
Il crollo di prezzi al produttore per latte e carne – spiega Coldiretti Lombardia – in dieci anni ha portato alla chiusura di una stalla su quattro, tanto che in tutta la regione ne sono rimaste circa seimila rispetto alle 8.761 del 2003, un crollo delle aziende che ha portato anche a una crisi demografica per le rondini.
La crisi della zootecnia, con migliaia di posti di lavoro persi e quasi tremila allevamenti chiusi, si ripercuote anche sul fronte ambientale, visto che le rondini vivono in simbiosi con il bestiame e i campi e senza stalle non trovano pi il loro habitat naturale – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – il crollo del prezzo del latte imposto dalle industrie non ha fatto che peggiorare la situazione”.
Secondo i dati raccolti dal Parco Adda Sud e dalla Bicocca (che verranno presentati il 19 marzo 2015 a Lodi presso la sede del Parco in viale Dalmazia, ndr.) solo nelle province di Lodi e Cremona il numero dei nidi calato del 70% in quindici anni, mentre nell’ultimo mezzo secolo il 30 per cento delle cascine lodigiane – spiega un censimento della Coldiretti regionale – stato abbandonato o riconvertito ad altri usi.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Originally posted here:

Latte, la crisi delle stalle colpisce anche le rondini

20fev/15
Thumbnail

Bene il decreto "Milleproroghe" sulle revisioni dei patentini e delle macchine agricole

Bene il decreto "Milleproroghe" sulle revisioni dei patentini e delle macchine agricolePrandini: ‘Grazie al nostro pressing abbiamo ottenuto un risultato importante per le nostre aziende agricole’.

Brescia, 20 febbraio 2015 – “E' un importante risultato ottenuto grazie al pressing di Coldiretti, che va nella direzione della necessaria semplificazione degli oneri burocratici a carico degli agricoltori”. Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Brescia, commenta con soddisfazione il rinvio delle scadenze dei termini per la revisione obbligatoria delle macchine agricole pi vecchie e dell'entrata in vigore dell'obbligo dell'abilitazione (il “patentino”) all'uso delle macchine agricole.
I rinvii sono previsti nel decreto “Milleproroghe” che, approvato alla Camera, passa ora al Senato, che ha tempo fino al primo marzo per il s definitivo. I provvedimenti, fortemente sostenuti dalla Coldiretti, stabiliscono di prorogare la revisione obbligatoria delle macchine agricole dal 30 giugno al 31 dicembre 2015 a partire da quelle immatricolate prima del 10 gennaio 2009. Anche la proroga per il patentino spostata al 31 dicembre di quest'anno. Per quest'ultimo adempimento – evidenzia Coldiretti Brescia – resta valido l'esenzione dall'obbligo per coloro che autocertifichino di avere esperienza nell'utilizzo di macchine agricole per almeno due anni nell'ultimo decennio.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Continue reading: 

Bene il decreto "Milleproroghe" sulle revisioni dei patentini e delle macchine agricole

19fev/15
Thumbnail

Maggiore trasparenza sull’origine del latte. E’ l’impegno della GDO

Maggiore trasparenza sull'origine del latte. E' l'impegno della GDOEttore Prandini: ‘Ottenere la trasparenza sull’origine dei prodotti vuol dire dare maggior reddito alle imprese agricole’.

Brescia, 19 febbraio 2015 – “L'adesione della grande distribuzione organizzata alla proposta del Ministero delle politiche agricole di garantire al consumatore una maggiore trasparenza sull'origine del latte, attraverso un segno chiaro e omogeneo per l'indicazione della zona di produzione e mungitura in etichetta un altro grande risultato della nostra mobilitazione”. E' quanto afferma il Vice Presidente di Coldiretti Ettore Prandini nel commentare i risultati dell'incontro tra il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina e i rappresentanti di tutte le principali sigle della Grande distribuzione organizzata che operano in Italia.
Oggi – dichiara Prandini – tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono stranieri mentre la met delle mozzarelle sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall'estero, ma nessuno lo sa perch non obbligatorio riportarlo in etichetta.
Questo quanto denunciato nel dossier “L'attacco alle stalle italiane” presentato da Coldiretti in occasione della pi grande operazione di mungitura pubblica – che si svolta a Milano lo scorso 6 febbraio – mai realizzata in Italia con Ministri del Governo, Governatori delle Regioni, Sindaci, politici, esponenti della cultura, dello spettacolo e del mondo economico e sociale nelle stalle allestite nelle principali citt italiane per mungere, dare da mangiare e custodire gli animali.
“L'obbligo di indicare in etichetta l'origine dei prodotti agroalimentari un passo importante per tornare a dare il giusto reddito alle imprese agricole soprattutto in un momento come questo di grande crisi economica”, ha concluso il vice Presidente Prandini.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Continued:  

Maggiore trasparenza sull’origine del latte. E’ l’impegno della GDO