All posts by Locaweb

08out/14
Thumbnail

Come si cuoce la pizza napoletana? Enzo Coccia lo spiega a quelli di Report in 20 minuti sul Mattino.it e ha 54mila letture!

Non abbiamo gli strumenti tecnici e il know how per montare servizi alla Report, il Masterchef italiano della notizia. Siamo andati allora alla Notizia da Enzo Coccia e cerchiamo di rispondere con una informazione dettagliata. Dura venti minuti, è vero: ma alla fine saprete davvero tutto e poi potrete giudicare. Non potevamo che rispondere che [...]

L’articolo Come si cuoce la pizza napoletana? Enzo Coccia lo spiega a quelli di Report in 20 minuti sul Mattino.it e ha 54mila letture! sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Original post: 

Come si cuoce la pizza napoletana? Enzo Coccia lo spiega a quelli di Report in 20 minuti sul Mattino.it e ha 54mila letture!

08out/14
Thumbnail

Daily Wine News: NYC BYOB

In Wine-Searcher, Tyler Colman solicits BYOB tips from some of New York City’s top wine personalities. “Since somms are drinkers first and wine obsessives second, the source of their excitment can stray far from the first-growth Bordeaux and premier cru Champagnes you’d expect — anything from funky Belgian sours to vintage Chartreuse has the potential […]

View this article: 

Daily Wine News: NYC BYOB

08out/14
Thumbnail

Nonsologlutine contro Report: Pizza pericolosa? Non da meno molti prodotti per celiaci

Riceviamo e volentieri pubblichiamo Negli ultimi giorni ha fatto molto parlare il reportage sulla pizza realizzato dal programma televisivo Report  andato in onda su Rai Tre. Milena Gabanelli e il suo staff hanno girato all’interno delle pizzerie italiane per  verificare la qualità delle materie prime e dei sistemi di cottura tradizionali, soffermandosi soprattutto a Napoli, [...]

L’articolo Nonsologlutine contro Report: Pizza pericolosa? Non da meno molti prodotti per celiaci sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Read More - 

Nonsologlutine contro Report: Pizza pericolosa? Non da meno molti prodotti per celiaci

08out/14
Thumbnail

Por menos de R$ 15, um Chardonnay brasileiro que surpreende

Nome:Santa Colina Estilo
Safra:2013
País:Brasil
Região:Santana do Livramento
Produtor:Nova Aliança
Importador:-

Uvas/Corte: Chardonnay 100%
Teor alcoólico: 13%
Rolha:Cortiça aglomerada
Numeração da garrafa:-
Preço:R$ 14,90
Onde foi comprado: Prezunic, no Rio de Janeiro
Quando foi comprado:
Degustado em:03 de julho de 2014
Onde bebeu:Em casa
Harmonizado com: Peixe com legumes
Com quem:Claudio e Rafaela

Comentário do Produtor
Coloração brilhante de pouca intensidade amarelo palha. Aroma intenso com notas de frutas cítricas, pêssego e pêra. Em boca é equilibrado, com bom volume ecorreta acidez. Retrogosto agradável.

Impressões da Rafaela
Garanto que se me perguntassem o preço deste vinho, eu chutaria bem mais alto. Ele é muito bom! Boa acidez (como aprendi com o Alexandre Frias). Neste dia, o escritório onde trabalho mudou para um endereço novo, um endereço ideal. Fizemos um brinde a isso. Torcer para eu continuar gostando deste emprego. :)

Comentário do Claudio
Exame visual:Palha, amarelo clarinho.
Exame olfativo:Nariz fresco com notas de pera e pêssego.
Exame gustativo: Achar um bom vinho por menos de R$ 15 reais é uma missão difícil. Este Chardonnay da Campanha gaúcha surpreende: um vinho bem feito e agradável, que não vai fazer feio e por um ótimo preço. Chardonnay bem equilibrado, acidez correta, notas de frutas tropicais em boca, algo próximo de maracujá e comnotas adocicadas em boca.Final de boca leve e cítrico, mas presente e um conjunto bem feito. Pelo preço certamente vai alegrar o seu dia-a-dia.

More here:

Por menos de R$ 15, um Chardonnay brasileiro que surpreende

08out/14
Thumbnail

Mangiacinema chiude con una nuova "grande abbuffata" di film e golosità

Mangiacinema chiude con una nuova "grande abbuffata" di film e golositàSALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Gran finale oggi, mercoledì 8 ottobre, per Mangiacinema, la Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso che ha fatto registrare il tutto esaurito in numerosi eventi e che ha richiamato a Salsomaggiore Terme visitatori e turisti da diverse parti d’Italia, grazie anche all’attenzione che hanno riservato al Festival media come ‘Film Tv’ e ‘Radio 24′.

La giornata di mercoled 8 ottobre si aprir nella Sala Mainardi (Palazzo dei Congressi) alle 18 con l'incontro “Dodici mesi in cucina: dodici film da gustare”: la scrittrice Silvia Strozzi parler di cinema e del suo nuovo libro “12 mesi in cucina” (Mup). Per il pubblico prevista, secondo l'originale e apprezzatissima formula del Festival, una degustazione di due prodotti Made in Salso a sorpresa.
Alle 20.45, al cinema Odeon, sempre a ingresso libero, prender il via la festa di chiusura della manifestazione diretta dal giornalista Gianluigi Negri, patron di Mangia come scrivi dal 2006. Si comincer con un buffet di prodotti Made in Salso a cura dell'Alberghiero “Magnaghi”, con i vini della Tognazza Amata e con ospiti tutti gli artisti del gusto che hanno fatto scoprire i loro sapori (e il loro sapere) ai turisti durante gli ultimi sette giorni: Claudio Gatti (Pasticceria Tabiano), Corrado Sanelli (Gelateria Sanelli), Caseificio Butteri, Caseificio Lanfredini, Liquorificio Colombo, Edoardo Craviari (Ristorante Pizzeria La Porchetta), Azienda Agricola Contignaco, Giuliano Curati e Gelateria Fontana, Gianluca Cattani (Ristorante Pizzeria L'Incontro), Agriturismo Il Colore del Grano, Marco Biolzi (Gelateria I Portici), Apicoltura Casa Pietra, Caseificio Persegona. Seguir alle 21.30 la proiezione del film “Chef – La ricetta perfetta” (2014) di Jon Favreau, con Jon Favreau, Scarlett Johansson, Dustin Hoffman, Robert Downey Jr.
Una nuova “grande abbuffata” firmata Mangiacinema. Il modo pi “gustoso” per celebrare e ricordare Ugo Tognazzi, al quale stata dedicata la prima edizione del Festival.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

This article is from:

Mangiacinema chiude con una nuova "grande abbuffata" di film e golosità

08out/14
Thumbnail

Di Quartirolo e paesaggi – La Strada del Gusto Cremonese

Di Quartirolo e paesaggi - La Strada del Gusto CremoneseIl quartirolo lombardo DOP è tra le tante prelibatezze che arricchiscono di odori e sapori la ‘Via dei Formaggi’, uno dei cinque itinerari offerti dalla ‘Strada del Gusto Cremonese nella Terra di Stradivari’.

Il quartirolo lombardo DOP tra le tante prelibatezze che arricchiscono di odori e sapori la “Via dei Formaggi”, uno dei cinque itinerari offerti dalla “Strada del Gusto Cremonese nella Terra di Stradivari”. Una via che si snoda tra le bellezze paesaggistico-architettoniche della citt di Cremona e delle sue interessanti province come Soresina, Pizzighettone, Trescore Cremasco, Persico Dosimo, Malagnino e Solarolo Rainerio, passando per quelle aziende e piccole realt artigianali impegnate nella produzione di alcuni tra i pi gustosi e rinomati formaggi italiani come il Quartirolo, il Gorgonzola, il Provolone Valpadana, il Salva Cremasco. Formaggi “insigniti” tutti del marchio DOP. La Strada del Gusto Cremonese, che vede la partecipazione di diverse associazioni, consorzi, aziende agrituristiche, ristoranti e produttori, uno strumento, quindi, di promozione territoriale e enogastronomica creato al fine di presentare un’offerta turistica integrata, favorire lo sviluppo economico territoriale e diffondere la conoscenza e l’immagine di luoghi stupendi e prodotti eccellenti.

Il Quartirolo DOP: certificazione e nome.
Oltre che a Cremona, il Quartirolo lombardo DOP pu essere prodotto, come stabilito dal regolamento della Comunit Europea 1107/96, anche a Brescia, Bergamo, Como, Lecco, Lodi, Milano, Pavia, Varese. Queste province ospitano tutte le fasi della filiera produttiva, a partire dal pascolo dei bovini da cui deriva il latte. E’ dalla sola Lombardia che provengono, infatti, tutti gli elementi necessari per la produzione del formaggio quartirolo, dal latte alle tecniche di produzione artigianale. La tradizione, che da secoli si tramanda di generazione in generazione su queste terre, fa si, infatti, che il territorio giochi un ruolo di primo piano soprattutto nella formazione del particolare sapore di questo aromatico formaggio da tavola chiamato quartirolo perch prodotto col latte, intero o scremato, di mucche che si cibavano, dopo la transumanza da monte a valle di fine estate, dell’erba quartirola, un’erba spessa e bassa, di quarto taglio, ricca di profumati fiori selvatici.

Caratteristiche organolettiche e valori nutrizionali.
Il Quartirolo tra i formaggi italiani pi magri a marchio dop, risultando, per questo, altamente digeribile, oltre che genuino, per l’assenza di additivi e l’apporto di vitamina A e B2, calcio e magnesio che ne fanno l’ingrediente perfetto delle diete alimentari odierne. Ha un sapore dolce e un retrogusto, leggermente acidulo. La sua pasta bianca, pi o meno friabile a seconda del grado di stagionatura, mentre la crosta, morbida e molto fine, rosata, tendendo al grigio-verde nelle forme pi mature. La certificazione D.O.P. ha definito anche gli standard di forma, oltre che di qualit e produzione. Il Quartirolo Lombardo Dop ha una base quadrangolare di 20 cm. L’altezza di ogni forma di c.ca 8 cm e il peso oscilla tra 1,5 ai 3,5 kg. Si gusta a temperatura ambiente da solo o con insalate, primi e secondi piatti, torte salate, mousse, crepe e risotti o a fine pasto con frutta, noci o miele. I vini di accompagnamento pi indicati sono secondo il Consorzio di Tutela Quartirolo Lombardo quelli della regione lombarda come il Lugana, l’Oltrep Pavese e il Botticino.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Source - 

Di Quartirolo e paesaggi – La Strada del Gusto Cremonese

07out/14
Thumbnail

Una notte a … Parisi? No al Vomero con Slow Food e PuokeMed

Sabato 11 ottobre Notte Bianca 3.0 al Vomero. Di fronte a Campania Mia parcheggia con il suo Food Truck Paolo Parisi, quello delle uova, del fuoco, delle carni e del coltello a forma di sciabola per tagliare prosciutti e formaggi. E sarà una notte di buon cibo e buon vino. Ci ha pensato l’accoppiata, ormai [...]

L’articolo Una notte a … Parisi? No al Vomero con Slow Food e PuokeMed sembra essere il primo su Luciano Pignataro Wineblog.

Source - 

Una notte a … Parisi? No al Vomero con Slow Food e PuokeMed

07out/14

Sdoganato il wine kit? In Irlanda si vende persino in negozio

Il wine kit sdoganato? Parrebbe di sì. Come riporta Winenews non si tratta più di pratica carbonara, con spedizioni semiclandestine di polveri e acquisti da oscuri siti online. In Irlanda è tutto alla luce del sole. Basta entrare nel negozio Making your wine e decidere come dovrà essere il proprio vino. Ad avere l’idea è […]

Visit site:  

Sdoganato il wine kit? In Irlanda si vende persino in negozio